Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
user_mobilelogo

PERCORSO A - La Via Clodia e il Ponte del Diavolo

Itinerario di circa Km 3,2, pendenza media del 7%, percorribile a piedi, in mountain bike e a cavallo. Percorrenza a piedi: circa due ore. Partenza da Piazza Giovanni XXIII. Si scende per Via Piagge di Sopra e, passando sotto il Lavatoio pubblico si percorre la Via Clodia fino al fondovalle dove la consolare attraversa il Biedano sul Ponte del Diavolo (I sec. a.C).


Il ponte a schiena d'asino è costituito da un arco centrale (m. 7,80) e due minori ai lati (m. 2,85). Il ponte è accuratamente costruito in blocchi di peperino, messi senza calce, che presentano un bugnato rustico sulla faccia esterna.

ponte del diavolo disegnoPonte del diavolo

L'originaria ampiezza delle punte (m. 4,70) permetteva alla via Clodia di attraversarlo mantenendo inalterata la sua carreggiata di m. 4,10.
Il restauro del ponte nel 1916 comportò la rifasciatura completa di ampie parti della struttura.

Prima di attraversare il ponte, sulla riva destra del torrente, si diparte il sentiero di eccezionale interesse naturalistico delle Gole del Biedano che consente di raggiungere Barbarano Romano e il Parco Suburbano "Marturanum".
Oltre il ponte si riprende l'antica Clodia e si sale alla Fontana di S. Sensia e alla grotta omonima che, secondo la tradizione, il santo eremita abitò nel V sec. d. C. Proseguendo verso il moderno ponte in cemento armato e utilizzando un breve tratto di strada provinciale si giunge ad una suggestiva strada etrusca tagliata nel tufo detta Cava Buia. Tombe a camera di età arcaica sono visibili in alto, sul lato sinistro della strada. Prima di giungere nel fondovalle la Cava Buia taglia un antico cunicolo, passa a fianco di una tomba a tumulo e consente, per un sentiero che si diparte sul lato destro, di raggiungere un monumentale colombario nei pressi della diga sul Biedano. Nei pressi dell'area di sosta della Fontanella si conservano resti di età medioevale: la chiesetta, il ponte e la Torretta che domina il quadrivio. Attraversato il ponte, per i ripidi tornanti delle Piagge di Sopra, si risale a Blera.

Consulta: Mappa Via Clodia nel territorio di Blera (PDF formato A4)